Home | Gastronomia dei Lidi Ferraresi - Agenzia Alba | Brodetto d'Anguilla alla Comacchiese

Brodetto d'Anguilla alla Comacchiese

"A BAC D'ËSEN'" (A BECCO D'ASINO)

Non si può dire di aver visitato veramente Comacchio e i suoi Lidi, senza aver gustato un piatto di brodetto d’anguilla!

Si tratta di un secondo della tradizione, che fa parte della storia di Comacchio, composto dalla regina delle tavole del Delta del Po, soffritta con cipolla e olio.

L’anguilla infatti non è solo l’ingrediente per piatti gustosi, ma è parte della tradizione culturale di Comacchio e dei Lidi: se vuoi scoprire tutto sulla lavorazione dell’anguilla dal passato ad oggi, visita la Manifattura dei Marinati, un luogo sospeso nel tempo che ti farà innamorare del Delta del Po!

 

Ma veniamo a noi, il periodo migliore per gustare il brodetto d’anguilla alla comacchiese, detto anche “a bac d’ësen” cioè a becco d’asino, è sicuramente tra l’autunno e l’inverno, quando la nebbia invade le strade e si sente il bisogno di gustare un piatto caldo e sostanzioso.

 

Leggi anche: Comacchio come San Francisco, è tutta una questione di nebbia

 

Un altro motivo per cui è preferibile mangiare il brodetto in questo periodo è perché le anguille sono all’apice del gusto. Più che un secondo, si può considerare un piatto unico e lo potrai gustare solo nei ristoranti della zona, ma se vuoi rivivere tutta l’autenticità della cucina comacchiese anche a casa, ecco alcuni consigli per preparare un brodetto d’anguilla a regola d’arte!

 

Leggi anche: 5 ristoranti tipici a Comacchio

 

INGREDIENTI per 4 persone:

  • 3 anguille da 150/200 gr. cadauna;
  • cipolla;
  • aceto;
  • concentrato di pomodoro o pomodoro in barattolo;
  • sale;
  • pepe;
  • olio.

 

PREPARAZIONE:

Taglia l’anguilla in pezzi da 4-5 cm ciascuno, poi puliscili con cura dalle interiora e lavali. Questo processo è molto importante per preparare al meglio la nostra materia prima.

Nel frattempo, in un tegame metti tanta cipolla tagliata a striscioline fino a coprire il fondo, e falla soffriggere nell'olio. Quando la cipolla ha un bel colore dorato, aggiungi l'anguilla e poi un po' d'aceto e acqua sino quasi a coprirla.

 

Metti sale e pepe, aggiungi il concentrato o il pomodoro, fai cuocere il tutto sino a quando il pesce risulta morbido e il sugo un po' ristretto.

È molto importante fare attenzione a non sbriciolare l’anguilla in fase di cottura, quindi per mescolare non usare le posate, ma scuoti il tegame per evitare che si attacchi al fondo.

Infine non resta che servirlo: il brodetto deve essere gustato caldissimo, accompagnato da una fetta di polenta gialla.

News ed eventi

Archivio news
Vuoi Vendere o Affittare il tuo immobile? Contattaci!
Segnalaci il tuo immobile
Informativa estesa sull'uso dei cookies